La Lum de Roisc

Segui anche il nostro blog!!

lavitaaroisc.blogspot.it       

potrai trovare qualche input interessante come questo: 

"Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore"

estate007

dove è la tua casa?

Per  info 

340 4118323 oppure scrivi a
info@lalumderoisc.it
www.lalumderoisc.it




Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria.

 

Consacrazione Regina dell'Amore

Newsletter
I nostri Partner
Share

 

Il 4 dicembre noi ANDREMO a votare (in questo caso è FONDAMENTALE andare a votare) per il referendum costituzionale e faremo la crocetta sul NO.

 

Costituzione:
la legge fondamentale di uno Stato (regole fondamentali: diritti e libertà fondamentali, garanzie, assetto dello Stato/rapporto tra i poteri dello Stato etc.) (= fondamenta di un edificio). Destinata a durare.

Referendum: voto del popolo

Perché un referendum sulla riforma della Costituzione:
perché non si è raggiunta la maggioranza richiesta (2/3 componenti di Camera e di Senato).

Di che tipo di referendum si tratta:

Referendum costituzionale, perché si modifica la costituzione (diverso dal referendum abrogativo: serve a cancellare una leggeE’ necessario che vada a votare la maggioranza dei cittadini). Il referendum è valido sempre, indipendentemente dal numero di coloro che sono andati a votare. Perciò importante andare a votare!

Perché votare “NO”

Metodo

  •   Riforma fatta da un Parlamento che non avrebbe dovuto farla (delegittimato) perché eletto con una legge elettorale (“Porcellum”) che è stata dichiarata incostituzionale (Sentenza Corte Costituzionale n. 1 del 2014).

  •   E’ di iniziativa del Governo (avrebbe dovuto rimanerne estraneo), tanto che Renzi ne aveva fatto addirittura un plebiscito, cioè un voto su se stesso e il suo Governo impegnandosi a dimettersi nel caso la riforma non fosse approvata al referendum.

  •   Approvata con forzature, no confronto, emendamenti che hanno impedito discussione e votazione segreta etc. No riforma largamente condivisa come avrebbe dovuto e come è stato per la Costituzione in vigore. Deve esserci accordo di tutti anche minoranze e opposizioni perché è di tutti, non deve esprimere l’indirizzo del Governo.

    Contenuto
    Rischi per la democrazia e le libertà da combinazione di: legge elettorale (ITALICUM L. maggio 2015) e Riforma costituzionale

    Italicum (legge con cui si eleggono i membri della sola Camera dei Deputati): 1 solo partito (Capo del partito) avrà il controllo della Camera dei Deputati (Italicum ha stessi difetti della legge dichiarata incostituzionale: Porcellum)

    Come:
    premio di maggioranza 54% seggi (340/630) al partito che raggiunge il 40% voti, ma se nessun partito raggiunge tale soglia, il premio lo prende al ballottaggio il 1 partito che prende più voti, tra i due che vanno al ballottaggio. Quindi si dà il controllo della Camera dei deputati a un partito anche se magari rappresenta solo una piccolissima parte del Paese (pochi voti). (no rappresentatività).

  • capilista (100): scelti dal partito (capo del partito) (Es. se una lista prende un voto, viene eletto solo il capolista indipendentemente dai voti presi dei singoli candidati). Si tratta pertanto di soggetti che non rappresenteranno il popolo ma saranno fedelissimi al capo del partito perché li ha nominati, in vista anche di essere rinominati in futuro.
  • ⇒  Con Italicum: 1 solo partito (Governo) ha il controllo della Camera dei Deputati.

  • ⇒  Con riforma costituzionale: vengono eliminati i contrappesi (i limiti) al potere della Camera (quindi tutto il potere alla Camera):

  • - Senato:
    o Non più stesso ruolo e potere della Camera (fine del bicameralismo perfetto. Rimane solo per alcune leggi). Ridotto il ruolo. Maggior parte delle leggi: dalla sola Camera; il Senato potrà solo proporre modifiche che non vincoleranno la Camera che pertanto sarà la sola a decidere.
    o ridotto a 100 (da 300), non più eletti dai cittadini ma dai Consigli Regionali tra i Consiglieri regionali e i sindaci e che continueranno a svolgere anche tale funzione.
    o No indennità per i Senatori che continueranno a percepire solo quella che percepivano come sindaci o consiglieri regionali. Ma spetta indennità di trasferta (per trasferta a Roma al Senato) etc .

  • -  Presidente della Repubblica (PDR)

  • -  Consiglio Superiore della Magistratura (CSM)

  • -  Corte Costituzionale

    o Alla riduzione del numero a 100 rispetto ai 630 deputati alla Camera consegue l’irrilevanza dei senatori nel Parlamento a seduta comune (Camera+Senato) per eleggere il presidente della repubblica e il Consiglio Superiore della Magistratura (organi di indipendenza dei Giudici). Conseguenza: su questi organi di garanzia inciderà la Camera (condizionerà. No più organi indipendenti e di garanzia). Tale perdita di garanzia si riflette anche sulla Corte Costituzionale i cui giudici vengono nominati da tali organi (da Consiglio superiore magistratura, Presidente Repubblica, Camera e Senato). Conseguenza: gli organi di garanzia saranno anch’essi influenzati dalla Camera (Governo). No garanzia.

ITALICUM + Riforma costituzionale = tutto il potere alla Camera (no contrappesi) che è controllata da 1 solo partito (Capo del Partito) = TUTTO IL POTERE AD UN PARTITO (CAPO DEL PARTITO) = L’UOMO SOLO AL COMANDO!

Accentramento potere nell’esecutivo (Governo):
potere alla Camera controllata da un solo partito (Governo) con eliminazione contrappesi interni e esterni

Potere di incidere nell’agenda parlamentare: indicare un proprio disegno di legge come importante per l’attuazione del programma di programma e fargli dare la precedenza sulle altre leggi. Approvazione veloce entro 70 giorni.

Rapporto Stato-Regioni (ordinarie): accentramento potere nello Stato (riduzione potere legislativo Regioni. Clausola supremazia: anche nelle materie di competenza delle regioni, lo Stato può intervenire sostituendo le Regioni invocando la tutela dell’unità o dell’’interesse nazionale).

Argomenti del governo a favore della riforma

  •   Riduce i costi (riducendo il numero dei senatori e prevedendo che non ricevano alcun compenso). Falso: il costo non è tanto quello dei singoli senatori ma della struttura Senato che resta comunque in piedi. Sono molti di più i costi del governo. (Una riforma così ampia della Costituzione non si fa per risparmiare i costi. Demagogia: è un argomento che serve solo a ottenere consenso).

  •   Semplificazione. Falso: i procedimenti legislativi (con cui si fanno le leggi) passano da due a 7 o 8 in un numero che, per la poca chiarezza del testo, neanche i più esperti riescono a dire con precisione. Rischi conflitti tra le Camere per confusione procedure.

  •   Dà potere al popolo: si introduce il referendum propositivo cioè viene sentito il popolo per introdurre una legge. Falso: tale referendum viene solo promesso, rinviando ad altre leggi. Invece si rende più difficile al popolo proporre una legge: (iniziativa legislativa popolare): vengono triplicate le firme necessarie: da 50mila a 150 mila. Quindi riduce potere popolo.

  •   Dà governabilità, consente al Governo di governare perché gli dà più potere. Contro: non si dà governabilità eliminando le garanzie e senza rappresentare il popolo (vedi Italicum: un solo partito (Governo) anche se rappresenta una piccolissima parte del popolo ha il controllo totale della Camera).

 

COMUNITA'

FIGLI DEL SACRO CUORE DI GESU'

EVENTO IMPORTANTE

11.06.2017

http://figlidelsacrocuore.it/

PRIMI VOTI PRONUNCIATI DA GLORIA MEDEI

PER ENTRARE NELLA COMUNITA' DEI CONSACRATI

FIGLI E FIGLIE DEL SACRO CUORE DI GESU'.

Il suo nuovo nome è Gloria, Gioia della Croce

Only Light

Comunicare, esprimere, trasmettere... noi siamo pronti e voi?

Passa a trovarci nel nuovo negozio di Soraga!

Light & Joy

Scopri anche tu il piccolo mondo di Light and Joy!

www.lightandjoy.eu

Fassa a Parte

 

Per le tue vacanze in Val di Fassa: 
www.fassaaparte.it