La Lum de Roisc

Segui anche il nostro blog!!

lavitaaroisc.blogspot.it       

potrai trovare qualche input interessante come questo: 

"Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore"

estate007

dove è la tua casa?

Per  info 

340 4118323 oppure scrivi a
info@lalumderoisc.it
www.lalumderoisc.it




Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria.

 

Consacrazione Regina dell'Amore

I nostri Partner

La legalità come la vediamo noi...

 

Siamo incatenati in una società che ci lega e che non ci consente di essere tutto ciò che potremmo; i soldi, la moda, internet, i pregiudizi, il sesso, la tecnologia condizionano il nostro vivere, la nostra libertà, il fare ciò che “dovremmo fare”.
Come strette manette il mondo ci impedisce di essere liberi di attuare la realizzazione di ciò che più è in noi in quanto uomini e donne, delle cose che realmente possono consentirci di essere felici, all’interno del nostro ambito familiare, professionale e sociale.
Come celofan trasparente e scotch resistente, il mondo ci limita, ci imprigiona e non ci consente di gustare a pieno il sapore (dei dolci e) della vita.

Ma è il mondo o sono le norme che lo governano che ci incatenano?
Le leggi, se venissero rispettate consentirebbero un’esistenza più equa e giusta per tutti e per ciascuno; ma ognuno può decidere se informarsi sull’esistenza di tali regole e se seguirle o meno. Ognuno è libero di agire secondo la sua volontà, di aprirsi alle problematiche sociali, di pensarci un po’, di fare qualcosa che possa portare del bene o di, come diceva mio nonno, starsene nel suo orto a curare la sua insalata.
Ognuno può credere di agire correttamente rispondendo alla richiesta di aiuto di qualche persona cara, di uno sconosciuto, di “una donna andata dall’amante”, ma il relativismo nel quale viviamo spesso fa sì che le scelte che prendiamo, che a noi sembrano giuste, leghino ancor più noi e gli altri, uccidano le persone, ci imprigionino tra quattro gelide mura, nude e ostili.

E noi giovani di Fassa, forse prigionieri senza neppure accorgercene, viviamo invece in una realtà ricca, piena di opportunità, dove si può lavorare, studiare, aiutare e trovare aiuto; conoscere la nostra realtà ci pone davanti un grande interrogativo: godere passivamente di tutto ciò che abbiamo ricevuto grazie all’impegno e alla passione di coloro che ci hanno preceduto, vivendo alla giornata, “seguendo l’oroscopo” e facendoci guidare dal caso e dagli istinti oppure sentire la responsabilità del patrimonio che ci troviamo tra le mani, essere razionali, progettare.
Sta a noi decidere se legalità è essere dei mammoni o persone responsabili, che vogliono far crescere la comunità a cui appartengono, emergendo dall’opacità dell’ozio, del bighellonare, del divertimento ad ogni costo, diventando piccoli faretti, che secondo le loro capacità e attitudini possono illuminare le realtà in cui sono coinvolti e dar loro una nuova spinta, giovane e coraggiosa. L’impegno, il sacrificio, la dedizione possono portare a risultati impensabili; abituano la persona a confrontarsi con la vita, che con i suoi alti e bassi non si sa mai cosa ha in serbo.

Fortificarsi nel realizzare quotidianamente le cose che siamo chiamati a fare (studio, lavoro, relazioni, …) è atto di legalità, ci consente di vincere l’insidia del provare il proibito, di avere speranza quando le circostanze ti portano a non averne più. Un incidente (fisico o legale) dovuto all’incapacità propria o altrui di rimanere “in carreggiata”, può rivoluzionare la vita delle persone.
Reagire è d’obbligo, ma non sempre si ha la forza per ricominciare, per trovare una nuova normalità, per desiderare di vivere ancora.

Uno stop forzato, imprigionato in un letto o dietro le sbarre, può coincidere con la fine o con una rinascita, con la morte o con una nuova vita che brilla come e più dell’oro. Si può ripartire da ciò che si ha e si è, per correre abbattendo ogni record.
Si va, oltre quei limiti che ci si pone, solo perché “non si è belli, forti, grandi, ricchi e intelligenti abbastanza” per provare a realizzare e a realizzarsi.
La paura frena, rallenta, immobilizza. Si teme l’incognito e gli universi che si possono aprire…

È un po’ come nella scienza, dove si parte, si cerca, ci si muove, ma non si sa esattamente quali saranno i risultati che si possono ottenere. Ma se si percorre la giusta strada, cadendo, sbagliando, riprovando e ritentando, l’esperimento alla fine può spalancare un’infinità di nuove prospettive. Legalità è vita, e noi “aspettiamo la vita”!

Però che NOIA continuare ad aspettare…


COMUNITA'

FIGLI DEL SACRO CUORE DI GESU'

EVENTO IMPORTANTE

11.06.2017

http://figlidelsacrocuore.it/

PRIMI VOTI PRONUNCIATI DA GLORIA MEDEI

PER ENTRARE NELLA COMUNITA' DEI CONSACRATI

FIGLI E FIGLIE DEL SACRO CUORE DI GESU'.

Il suo nuovo nome è Gloria, Gioia della Croce

Only Light

Comunicare, esprimere, trasmettere... noi siamo pronti e voi?

Passa a trovarci nel nuovo negozio di Soraga!

Light & Joy

Scopri anche tu il piccolo mondo di Light and Joy!

www.lightandjoy.eu

Fassa a Parte

 

Per le tue vacanze in Val di Fassa: 
www.fassaaparte.it